ARCA prende vita dalle energie e dalle risorse delle terre intorno alla Vallesina, un territorio unito dalla profonda, originaria cultura benedettina e mezzadrile, che nelle sue regole definisce comportamenti basati sull’uso e sull’accesso invece che sulla proprietà e lo sfruttamento. Questi caratteri sono le radici che proiettano nel futuro della economia circolare, tutte le imprese che aderiscono al manifesto programmatico di ARCA:
un pensiero innovativo che parte dagli antichi saperi.

.

Nascita del Progetto

Rigenerare colture e culture

Il progetto ARCA nasce il 5 ottobre 1988 in un pranzo tra amici nella Terrazza di casa di Raul Ballarini a Serra San Quirico. Dalla fusione delle idee di Bruno Garbini, Mino Damato (giornalista, conduttore e politico italiano), Carlo Cesarini da Senigallia (scenografo italiano) e il sindaco Claudio Maria Latini nasce l’acronimo ARCA: Agricoltura per la Rigenerazione Controllata dell’Ambiente.

In quel periodo Bruno, presidente e fondatore della Garbini Bruno& C. SAPA aveva gettato le basi del progetto ARCA, favorendo la formazione di Associazioni di Produttori avicoli che insieme avevano dato vita all’Avitalia, l’unica unione di produttori di ispirazione agricola perfettamente in linea con i principi dell’UE.

In quel contesto ARCA avrebbe avuto il ruolo di catalizzatore, ma i tempi non erano ancora maturi.

Oggi la forte attenzione verso l’ambiente (a livello politico, macroeconomico e socio culturale) ha reso possibile la rinascita del progetto dopo trent’anni dalla sua ideazione. Questa volta non è la terrazza di Raul Ballarini, ma le tagliatelle di mamma Garbini a mettere insieme a Bruno altri due imprenditori e amici accomunati dalla stessa passione per il territorio: Enrico Loccioni e Giovanni Fileni.

Il 19 marzo 2016 viene costituita la società ARCA Srl.  

La forma giuridica scelta è quella di società Benefit (Legge 28 dicembre 2015 n. 208, Legge di Stabilità 2016, commi 376 e seguenti, promossa sen. Mauro Del Barba), ovvero Società che, nell’esercizio di un’attività economica, oltre allo scopo di dividere gli utili, perseguono una o più finalità di beneficio comune e operano in modo responsabile, sostenibile e trasparente nei confronti di persone, comunità, territori e ambiente. Ad oggi, Arca è una delle prime realtà della regione Marche ad aver scelto questa forma societaria.

I soci fondatori

Giovanni Fileni, Bruno Garbini, Enrico Loccioni

Gruppo Fileni

Il terzo player nazionale nel settore delle carni avicole e primo produttore in Italia di carni bianche da agricoltura biologica. Competenza: Conoscenza diretta dell’intero processo di tutta la filiera della nutrizione zootecnica e umana.

Bruno Garbini SRL

Storico fondatore del GRUPPO GARBINI & C Sap.A attivo nei settori della produzione, macellazione e commercializzazione di carni avicole fino al 2000. Competenza: approfondita conoscenza del settore delle carni avicole, con la passione per lo sviluppo territoriale.

Loccioni

Leader dei sistemi di misura e controllo per il miglioramento della qualità e dell’efficienza di prodotti e processi. Competenza: misura, automazione, efficenza energetica

Dove

Abbazia di Sant'Urbano

La sede dell’ARCA è presso la splendida abbazia romanica di Sant’Urbano all’Esinante nel comune di Apiro (MC), al centro della Valle di San Clemente. Nella storia millenaria di questo territorio, ARCA affonda le radici più profonde della sua filosofia: la cultura monastica e quella mezzadrile, che hanno segnato lo sviluppo di queste terre.